venerdì 16 maggio 2008

"La volpe senza coda" - Favola di Fedro


C’era una volta una volpe che durante una battuta di caccia, durante la fuga, si era imbattuta in una tagliola che le aveva mozzato la coda. Nonostante avesse salvato “la pelle”, riteneva che per tale motivo la sua vita fosse intollerabile. Capì perciò che occorreva convincere le altre volpi a tagliarsi la coda così che il suo difetto svanisse nella totale disgrazia. Decise allora di convocarle tutte e le esortò a compiere il gesto affermando che la coda non solo era brutta ma pendeva dal loro corpo come un peso inutile. Una di esse però, non del tutto convinta, prese la parola e disse:” Ma se ciò non tornasse utile a te….non ce lo consiglieresti di certo”.

MORALE

Questa favola ci insegna che a volte si incontrano persone che elargiscono consigli agli altri più per interesse proprio che per affetto verso di loro.

2 commenti:

giulia ha detto...

Ciao Valentina......per fortuna c'era quella "unica ma intelligente volpe" che si faceva le domande, non apparteneva al gruppo cieco e sordo! Grande bella metaforae quanto è vera! E' bello dare consigli ma non è bello "obbligare o far sentire in colpa o altro, chi non segue quei consigli"......Egoismo e puro egocentrismo..........un bacio grosso!

tintus ha detto...

Ciao Giulia, infatti spesso gli altri ti danno consigli in base alla loro esperinza, ma non è detto che poi sia la tua. Hai presente quando ti consigliano un film? Io non ci vado mai a vederlo, a meno che non sia mia madre o mia sorella a dirmelo.. E comunque faccio sempre questa domanda: "Secondo te, a me piacerebbe?"